fbpx
Vergine

Vergine

«Come un uomo si prodiga per soddisfare un desiderio, così l’immanifesto  (prakriti) si attiva  allo scopo di realizzare il fine di Purusa» (Samkhykarika, 18).

Buon Compleanno Vergine! 

Il sole in transito nel tuo segno è il tuo personale Capodanno. Come per ogni nuovo inizio che si rispetti, è il momento di fare il punto della situazione, capire cosa si è realizzato fino adesso e stilare i nuovi propositi per l’anno a venire. 

Per realizzare qualunque cosa, dalla più spirituale alla più materiale, occorre l’intenzione e l’azione. Occorre attivarsi. Questo richiede una certa dose di energia e un certo sforzo. L’energia è intrinseca nella materia e la materia è in funzione dello spirito, così almeno secondo la teoria Sāmkhya, alla base del sistema filosofico dello yoga. 

Approfitta, Vergine, di questo momento simbolico per fare il punto della situazione e caricarti di motivazione per ottenere quello che desideri e manifestare quello che sei. Ecco una breve pratica per aiutarti: 

Utkata-āsana, letteralmente posizione instabile, ma conosciuto come posizione potente e anche seggiola yoghica. Forte e saldo sulle tue gambe, prova a rilassarti in questa instabilità e in questo sforzo. Fai il punto su di te. // Da 30 sec. a 1 min.

Vīrabhadra-āsana, seconda variante. Vīrabhadra è una delle forme terrifiche di Śiva. Tanto feroce quanto giusto nel lottare per la sua causa. Simbolo di coraggio, determinazione e affermazione di sé, la posizione riflette queste qualità, che sentono incisive nella sua esecuzione. // 1 min. per lato.

Anuloma-Viloma prānāyāma, letteralmente respiro naturale-innaturale, detto anche nādī-śuddhi o nādī-śodhana, ovvero purificazione dei canali.  Utilizza questa tecnica per chiarire e stabilizzare la mente. Ti aiuterà a mettere a fuoco quello che pensi e agire in maniera più diretta per quello che vuoi fare. Cerca di espirare nel doppio del tempo dell’inspiro! // Da 3 a 10 min.

TEMPO TOTALE: da 5 a 13 minuti.

MANTRA del MESE: «Cerca di capire dove sei e comincia il tuo sādhana da quel punto» (Shivānanda).

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: le singole tecniche possono presentare controindicazioni. Informarsi adeguatamente prima di eseguirle. Chiedere al proprio insegnante per la corretta esecuzione. I tempi consigliati sono indicativi, adeguare sempre la pratica ai propri tempi e limiti. Non forzare mai, le posizioni devono essere comode e stabili! Per qualsiasi dubbio lascia un commento qua sotto! 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: