fbpx
Bilancia

Notice: Trying to access array offset on value of type null in /home/gildagia/public_html/wp-content/themes/fluida-plus/includes/loop.php on line 270

Bilancia

«È quasi impossibile ricevere il tuo darśan, ma oggi sono stato così onorato. Ho abbandonato il mio ego ai tuoi piedi e ora la mia missione nella vita è completa» (Astanga Yoga di Sant Charandas, I.2).

Buon Compleanno Bilancia! 

Il compleanno è sempre un’ottima occasione per fare il punto su di sé. Il Sole è simbolo di azione e del Sè e congiunto al tuo segno ti porta a considerare chi sei ora e cosa vuoi. Saturno in quadratura ti fa riflettere sul punto a cui sono giunti i progetti iniziati sette anni fa, Plutone su quale è la tua posizione nel mondo. Se vuoi iniziare nuove attività, è il momento giusto per la posizione del Sole e di Marte. Un Marte amico e in trigono con Mercurio ti aiuta questo mese anche nelle relazioni. 

Il pratyāhāra è l’atto di ritrarre o riassorbimento. Si tratta della capacità di ritirare i sensi dall’esterno, ovvero non farsi più distrarre da ciò che avviene fuori dal corpo per predisporsi alla meditazione. Nel samyama, ovvero il processo meditativo, il pratyāhāra è necessario per arrivare a conoscere l’oggetto di concentrazione in maniera diretta, ovvero senza il filtro sensoriale. 

Il concetto è un po’ complicato, Bilancia, ma prendi il pratyāhāra nella sua accezione più semplice: ritirati un momento in te stesso per una riflessione su te stesso. Questa breve sequenza può aiutarti: 

Utkata-āsana, letteralmente posizione instabile, ma conosciuto come posizione potente e anche seggiola yoghica. Forte e saldo sulle tue gambe, prova a rilassarti in questa instabilità e in questo sforzo. Fai il punto su di te.  // Da 30 sec. a 1 min.

Kūrma-āsana, posizione della tartaruga. Ritirati in te come la tartaruga ritira gli arti e la testa. Se non arrivi con la fronte ai piedi, usa un sostegno per poggiare la testa. Rendi comoda la posizione. Osserva il flusso dei pensieri e guarda dove ti porta. // 2-3 min.

Concentrazione. Rilassati in una posizione meditativa. Prenditi del tempo per rilassare tutta la muscolatura. Osserva il respiro, osserva lo stato della mente. Cerca di renderti consapevole di tutte le sensazioni del corpo, in particolare quelle relative al tatto: la pressione delle gambe e delle natiche a terra; lo sfioramento dei vestiti sulle spalle e sull’addome, il calore delle mani nei punti di contatto tra loro e con le gambe; la freschezza delle parti di pelle nuda che vengono sfiorate dall’aria; ecc. Continua la caccia di sensazioni tattili. // Da 5 a 15 min. 

TEMPO TOTALE: da 8 a 19 minuti.

MANTRA del MESE: «So ham».

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: le singole tecniche possono presentare controindicazioni. Informarsi adeguatamente prima di eseguirle. Chiedere al proprio insegnante per la corretta esecuzione. I tempi consigliati sono indicativi, adeguare sempre la pratica ai propri tempi e limiti. Non forzare mai, le posizioni devono essere comode e stabili! Per qualsiasi dubbio lascia un commento qua sotto!