fbpx
Vergine

Vergine

«Al momento in cui ci si fa la domanda, se l’elemento terra è attivo, allora sappi che la malattia è il risultato del prarabdha karma (destino). Se l’elemento acqua è attivo, il disturbo è dovuto a uno sbilanciamento dei dosha. Nell’elemento fuoco è dovuto al turbamento della Dea Shakini o a una colpa ancestrale» (Śiva-svarodaya, 315).

Via alle iniziative! 

Il bel trigono di Saturno, Urano e Plutone con il tuo Sole permette di contrastare gli effetti negativi dell’opposizione di Nettuno. Se Nettuno porta debilitazione e rischio di malattie, Plutone dona grande energia fisica e buona salute. Se Nettuno rischia di indebolirti mentalmente di fronte ad altri, Saturno ti dà forza e sicurezza mentale per importi. È il momento giusto per migliorarsi nel lavoro e per intraprendere nuovi studi o attività fisiche. 

Manipūra è il terzo dei sette chakra principali. Il suo nome significa letteralmente «città dei gioielli». È associato al fuoco e al sole, simboli di energia e forza. Da Manipūra scaturisce la volontà e la passione. Si dice che lo yogin che si raccoglie in meditazione su questo chakra, ottiene il potere di sconfiggere le malattie e ingannare la morte nonché di scoprire tesori. 

Tre grandi pianeti ti sono in aiuto, Vergine, ma sono rigorosi e non danno niente per niente. Datti da fare, per trovare la tua salute e portare avanti i tuoi progetti. Rafforza la volontà con questa breve sequenza: 

Chaturangadanda-āsana, posizione del bastone su quattro punti. Sentiti forte, le braccia forti ti fanno sentire che puoi agire per ottenere quello che vuoi. // Da 30 sec a 1 min.  

Parivrittajānuśirsha-āsana, posizione incrociata della testa al ginocchio. Un forte lavoro sull’addome e sul terzo chakra. // 1-2 min. per lato.

Virabhadra-āsana, posizione dell’eroe Virabhadra, terza variante. Ben saldo sulle gambe, ma proteso verso ciò che vuoi. // 1-2 min. per lato.

TEMPO TOTALE: da 5 a 9 minuti.

MANTRA del MESE: «Sono deciso».

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: le singole tecniche possono presentare controindicazioni. Informarsi adeguatamente prima di eseguirle. Chiedere al proprio insegnante per la corretta esecuzione. I tempi consigliati sono indicativi, adeguare sempre la pratica ai propri tempi e limiti. Non forzare mai, le posizioni devono essere comode e stabili! Per qualsiasi dubbio lascia un commento qua sotto!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: