fbpx
Scorpione

Scorpione

«Ovunque si muova la mente, sia verso l’esterno che verso l’interno, là andrà lo stato di shiva onnipervadente»» (Vijñāna Bhairava Tantra, 116, Dhāranā sulla Realtà Onnipresente). 

Verso la spiritualità?

L’anno inizia abbastanza tranquillo per te, Scorpione. Hai Venere dalla tua parte a inizio mese, cosa che dovrebbe darti armonia e serenità. Forse un po’ di frenesia negli ultimissimi giorni del mese dovute alla quadratura di Mercurio, ma niente di difficoltoso. Dunque sarà sempre il trigono di Nettuno a farsi sentire, soprattutto per i nati nella seconda decade. Questo transito, che rimarrà per tutto l’anno, ti porta ad avvicinarti a questioni spirituali e guardare al lato più profondo della vita. Quindi chissà che magari tra i propositi del nuovo anno non ci sia per te l’idea di intraprendere dei percorsi proprio come lo yoga e la meditazione (se per caso stai leggendo questo oroscopo e ancora non fai yoga, è un’ottima occasione per cominciare!).

Śiva è il riferimento a un’unica grande coscienza che tutto pervade. Non è sempre facile riconoscerla nella vita di tutti i giorni, non senza un buon allenamento nella meditazione. Quando ci si riesce, si può vedere la stessa forza, la stessa energia in ogni cosa, dal più piccolo, insignificante e banale oggetto al più grande principio. Allora ci si stupisce continuamente e in quello stupore è l’estasi dell’Illuminazione.

Prova a dare più spazio alla meditazione, Scorpione, provane la forza. E se è vero che i transiti planetari sono soprattutto passaggi psicologici, allora perché no, verifica se effettivamente la meditazione può aiutarti a mettere a  fuoco quello che devi elaborare in questo momento.

Esercita la meditazione con questa breve sequenza: 

Ajna-kriyā. purificazione del terzo occhio. In qualsiasi posizione, in qualsiasi momento, tieni la mente rilassata e lucida. Sii consapevole del tuo stato mentale. Osserva se preferisci ruotare il pollice in senso orario o antiorario. Ripetilo più volte al giorno. // 1 min.

Concentrazione. Siediti in una posizione meditativa. Metti un fiore davanti a te. Vero, se possibile, altrimenti l’immagine di un fiore. Prendi del tempo per rilassare tutta la muscolatura. Poi contempla il colore e la forma del fiore. Pensa alla sua consistenza, osserva la sua bellezza. Rifletti sul processo con cui nasce, come si forma, come sboccia. Osserva come la sua forma è necessaria alla sua funzione. // Da 5 a 15 min. 

Mauna, silenzio rituale. Non devi stare necessariamente in una posizione meditativa. Puoi fare questo esercizio in qualsiasi momento della giornata. Consiglio al mattino appena alzati. Prenditi dieci minuti per ascoltare: il rumore dell’acqua mentre ti lavi la faccia, il tintinnio delle tazzine quando ne prendi una per farti il caffè, la porta del frigo che si apre e così via… ascolta ogni minimo suono e ti accorgerai che in tutti quei piccoli rumori, troverai un silenzio meraviglioso, il silenzio della mente. Esercita l’ascolto. // 10 min. 

TEMPO TOTALE: da 11 a 26 minuti.

MANTRA del MESE: «Sono attento».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: