fbpx
Capricorno

Capricorno

Ekatattvābhyasa – concentrazione su un’unica cosa

«Per rimuovere tali ostacoli (occorre) applicarsi intensamente su un’unica verità o principio» (Yoga-sūtra, 1.32). 

L’esercizio di ekatattva è la base della meditazione. La mente si sforza di rimanere a lungo concentrata su una cosa sola per la durata di quella meditazione o di una serie di meditazioni dedicate allo stesso oggetto. Una volta realizzato il senso di quella meditazione si può passare ad altro. Generalmente nella meditazione si comincia con facili concentrazioni per salire gradatamente di livello e intensità.

Hai voglia di cambiare, Capricorno, e prima o dopo lo farai. Nel frattempo, però, devi lavorare per costruire le basi di questo cambiamento: capire come e cosa eliminare del vecchio e come rendere la vita migliore da tutti i punti di vista. I cambiamenti  profondi richiedono molto tempo per essere attuati e la difficoltà e vastità del cammino può portare scoraggiamento. Conviene quindi concentrarsi su una cosa per volta a cominciare dalle piccole cose. Per esempio assumere una piccola nuova sana abitudine potrebbe essere un passo. Puntando a ciò che è minimo, ma proprio per questo fattibile, è più facile riuscire e quindi guadagnare fiducia e autostima. 

Stai focalizzato con questa sequenza: 

Chaturangadanda—āsana, posizione del bastone su quattro punti. Le braccia forti ti fanno sentire la determinazione per ottenere quello che vuoi. // Da 30 sec. a 1 min.

Garuda-āsana, posizione dell’aquila. Concentrati, stabilisci i tuoi obiettivi anche se ti sembrano lontani. // 1-2 min per lato.

Ajna-kriyā. purificazione del terzo occhio. In qualsiasi posizione, in qualsiasi momento, tieni la mente rilassata e lucida. Sii consapevole del tuo stato mentale. Osserva se preferisci ruotare il pollice in senso orario o antiorario. Ripetilo più volte al giorno. // 1 min.

TEMPO TOTALE: da 4 a 6 minuti.

MANTRA del MESE: «Una piccola cosa».

Chaturanga-danda-āsana
Garuda-āsana
Ajna-kriyā