Capricorno

Uddīyāna – volare in alto 

«Uddīyāna è così chiamato dagli yogin poiché grazie a esso il prāna, dopo essere stato trattenuto, s’innalza (uddīyate) lungo la sushumnā. Poiché il grande uccello vola incessantemente, il bandha che ora è illustrato è chiamato uddīyāna» (Hathayoga-pradīpikā, 3.55). 

Mi piaceva questa immagine per te, Capricorno. Il prāna, l’energia, prima viene trattenuto e infine sollevato verso l’alto. Serve uno sforzo per questo, che è quello di uddīyāna, ma d’altra parte è anche naturale perché “il grande uccello (il prāna), vola incessantemente”, come è naturale che ci sia l’istinto di risollevarsi. 

Ebbene Capricorno, ti sei trattenuto fino a pochi mesi fa. Ancora ti sembra di non fare grandi passi in avanti e anzi ti pare di arrancare. Per i cambiamenti serve tempo e tu stai costruendo ora quello che sarà buono domani. Per risalire la china occorre forza, determinazione e coscienza di sé. Coltiva l’ottimismo e non lasciarti travolgere da ciò che accade. La fortuna è dalla tua, che non significa assenza di sforzo, ma un aiuto in più che fa sì che i tuoi sforzi non siano vanificati da cause che non puoi controllare. 

IN PRATICA  

Uddīyāna-bandha, sollevamento del diaframma. 

Prova questo gesto da una a tre volte ogni giorno. Sentirai come ti energizza.  

Esercizio di consapevolezza 

Cogli la nota di fortuna che è in ogni cosa che fai o che ti accade. 

Mantra del mese

«Sono in risalita».