Leone

 Tamas e Jyothi – le tenebre e la luce

«Non ti addolorare per quelli che sono partiti; questo ti riporta indietro; emergi dall’oscurità a una gloria più luminosa, vieni, ti prendiamo le mani» (Atharva-Veda, 8.1.8).

È difficile vedere il lato buono di un evento inatteso che si porta via qualcosa che consideravamo prezioso o importante: che sia una relazione, un oggetto o anche solo un’abitudine. Eppure c’è del positivo in ogni cosa, come c’è anche qualcosa di negativo in ciò che consideriamo positivo. Insomma c’è un tempo e un’utilità per ogni cosa e quando questo tempo e questa utilità svaniscono occorre accettare il fatto che quella cosa non ha più ragione di essere. Arrabbiati pure se vuoi, non soffocare il dolore o la delusione, sfogali pure purché ti serva a lasciar andare e ripartire più leggero. 

IN PRATICA  

Ardha chandra-āsana, posizione della mezza luna

La luna cresce e decresce, è buia e poi luminosa, è un ciclo. Ricordalo ogni giorno praticando questa posizione per un minuto per lato.  

Esercizio di consapevolezza

Prendi un oggetto fisico e mentale e scrivi delle sue caratteristiche o qualità positive e altrettanti suoi lati negativi. Fai questo esercizio ogni giorno. 

Mantra del mese

«Om asato ma…»

(il Pavanama Mantra è un mantra di purificazione, ascoltalo e leggi il testo qui).