fbpx
Toro

Toro

Vidya – consapevolezza 

«L’uomo può perdere tutte le arti acquisite per mancanza di pratica, ma l’arte della sapienza cresce costantemente, una volta che è nata» (Yoga-vāsistha-sāra, 1.13).

Il regalo più bello che dona lo yoga è la consapevolezza. Praticando gli āsana, il prānāyāma, la meditazione si acquisiscono delle consapevolezze sul corpo, sul respiro, sulla mente che sono impossibili da dimenticare. Si può non avere più un corpo tonico per mancanza di allenamento, ma il riconoscimento di un muscolo contratto o di una respirazione alterata non si cancellerà mai una volta acquisito. La consapevolezza è l’unico esercizio che si porta con sé al di fuori del tappetino ed è l’unico a divenire spontaneo, naturale, “senza sforzo”. 

Vivrai forse un po’ di nervosismo fino alla metà del mese, Toro. Hai molto da fare, molte cose per la testa e non riesci a concederti del relax. Mantieni alta la consapevolezza in tutto ciò che fai, certe prove e certi errori possono darti insegnamenti utili per le settimane successive. Dalla seconda metà del mese potrebbero aprirsi occasioni che ti stimoleranno a continuare nel tuo lavoro con rinnovato ottimismo. 

IN PRATICA  

Ardha-Matsyendra-āsana, posizione parziale del saggio Matsyendra

La posizione fa sentire tutta la sua fierezza e dignità e allo stesso tempo porta gioia e buon umore. Praticala ogni giorno per un minuto per lato. 

Esercizio di consapevolezza

Osservati ogni volta che ti innervosisci o che vivi un’emozione forte: cosa c’è alla base di quella emozione? Quale desiderio, quale paura? Sii sincero con te stesso, non accontentarti della prima risposta utile, indaga in profondità.  

Mantra del mese

«Consapevolezza».