Acquario

Dvesha – ostilità

«Non si dovrebbe mai pensare in termini di amicizia o ostilità. Rimanendo liberi da questa idea di amico e nemico, stando nel mezzo, la natura della suprema coscienza fiorisce» (Vijnana Bhairava Tantra, 126).

Dvesha è negli Yoga-sūtra uno dei klesha, ovvero delle miserie che affliggono l’essere umano. Dvesha è sia l’avversione che proviamo verso ciò che non ci piace, sia l’avversione che suscitiamo negli altri, quindi in generale l’antipatia, l’ostilità, l’odio, l’essere nemico.  

Ci sono persone che ti danno contro e persone che ti amano e ti difendono. La vita quotidiana si gioca tutta tra il cercare di trovare un accordo di pace (interiore o esteriore) con le prime e non trascurare le seconde; nel contenere i danni (psichici o materiali) che possono anche inconsciamente infliggerci le prime e trovare conforto nelle seconde. Lavora su questo gioco Acquario, non angustiarti per gli errori, sii gentile con tutti e forse questo mese potrai far cambiare idea a qualcuno dei tuoi detrattori. 

IN PRATICA  

Vakra ardha chakra-āsana, posizione di rotazione in mezza ruota

Una disposizione in tutti i sensi: di apertura del cuore, di coraggio, di lasciare spazio a chi ti è intorno. Provala ogni giorno per un minuto per lato.  

Esercizio di consapevolezza

Accettare il gioco della vita è la sfida più difficile. Per questo mese ogni volta che ti trovi in difficoltà ad accettare, sorridi, pensa tutto come un gioco. 

Mantra del mese 

«Un accordo».