Capricorno

Agni – la facoltà digestiva  

«Quando il cibo viene digerito adeguatamente aumenta il rasa (l’essenza del cibo, che dà forza al corpo) e questo rafforza i dhatu (le sostanze che compongono il corpo), cosa che a sua volta permette al corpo di sostenere la mente e l’evoluzione personale. In questo modo vengono bruciati gli atti negativi di milioni di vite». (Varaha Upanishad, 5.48-49) 

Agni è il fuoco gastrico, è quel fuoco che permette di bruciare le sostanze ingerite e trasformarle in nutrienti. Secondo la Shiva-samhita quando il cibo viene digerito, le nādī , i canali energetici, ne portano la parte migliore a nutrire il corpo sottile, la parte media a nutrire il corpo grossolano e provvedono a scaricare il resto sotto forma di feci, urina e sudore (cfr. Shiva-samhitâ, V, 52-54).

Dunque una buona digestione è fondamentale anche per il corpo sottile, per la mente e, come recita il verso citato sopra, per l’evoluzione personale. 

Non è ancora finito questo anno di responsabilità, Capricorno. Cominci a essere al limite della pazienza e siccome sei stufo di tenere duro, il rischio è che tu possa esplodere in un accesso di collera che sfoga un po’ a vanvera, senza dei binari precisi. Peraltro forse sarai più arrabbiato con te stesso che con gli altri, ma è proprio su questo punto che puoi lavorare: se digerisci gli errori, se metabolizzi i rimorsi, se impari a perdonarti, anche il rapporto con gli altri diverrà più facile. Da qui puoi costruire il nuovo che cerchi, fatto di abitudini sane e costruttive per tutti. 

IN PRATICA  

Agnisara-kriyā, la purificazione di agni

Ripetila ogni giorno per tre volte.

Esercizio di consapevolezza 

Ogni volta che senti tensioni, anche solo mentali, rilassa l’addome con delle respirazioni e dei massaggi.

Mantra del mese

«Lascio il tempo al mio addome di digerire».