fbpx
Articolo – L’orologio biologico

Articolo – L’orologio biologico

La vita moderna e gli agi della tecnologia hanno discostato l’uomo dai cicli della natura. Persino ciò che si mangia è sempre meno soggetto alla ciclicità, grazie alle coltivazioni in serra e le biotecnologie. 

Eppure il bisogno di seguire un ritmo è ancora marcato nell’uomo e lo si osserva bene nelle manifestazioni di disturbi come il jet lag. Sappiamo che è fondamentale per i bambini seguire un ritmo costante e preciso nell’alimentazione e nel sonno. Per quanto possibile, lo consigliamo anche agli adulti.

Andare a dormire alla stessa ora, fare pasti regolari, alternare in maniera equilibrata fatica e riposo in genere assicurano uno stato di salute efficiente e funzionale, maggiore energia e lucidità mentale. 

Questo ritmo interno è gestito dalla ghiandola pineale, o epfisi. L’epifisi è conosciuta sopratutto per la produzione di melatonina, l’ormone che induce il sonno e assicura un sonno ristoratore. La produzione di melatonina è stimolata dal calo della luce ed è sintetizzata a partire dai neurotrasmettitori serotonina e triptofano. Sappiamo che questi neutrotrasmettitori a loro volta sono inibiti dallo stress. La serotonina è conosciuta come l’ormone del buonumore e di fatto i suoi livelli si abbassano in caso di depressione e ansia. Bassi livelli di serotonina significano anche bassi livelli di melatonina, con disturbi del sonno che portano poi ancora più stress, depressione e ansia. È in pratica un circolo vizioso. 

Ritrovare un ritmo regolare è fondamentale non solo nel rapporto sonno-veglia. Il ritmo circadiano infatti non è proprio solo dell’epifisi.

Sembra che ci siano orologi biologici non solo nel cervello, ma in tutto il corpo: nel pancreas, nel fegato, nei tessuti grassi, nei muscoli, ecc. [1]

Ogni parte del corpo ha un proprio orologio e un proprio ritmo che si accorda e si armonizza con i ritmi delle altre parti del corpo. Lo sapevano evidentemente bene nell’antica Cina. La Medicina Tradizionale Cinese prevede infatti un vero e proprio calendario circadiano degli organi, che definisce l’ora di massima attività di ogni organo. 

I cicli della natura
Orologio energetico – Immagine tratta dal sito: https://mtchina.it/blog/orologio-energetico-in-medicina-cinese/

In tutto questo la ghiandola pineale gioca un ruolo chiave poiché essa condiziona l’ipofisi, che è il direttore d’orchestra dell’intero sistema endocrino, che a sua volta influenza tutto il corpo (e non solo per la produzione degli ormoni principali, ma perché si continua a scoprire che praticamente ogni parte del corpo produce ormoni, così come ogni parte del corpo ha un suo orologio biologico). 

«La ghiandola pineale può alterare il comportamento della ghiandola pituitaria: la melatonina può condizionare la ghiandola pituitaria nella secrezione di ormoni che hanno un ruolo essenziale nello sviluppo di ovaie e testicoli e regolano funzioni quali il ciclo mestruale femminile» [2].

Nel mondo animale la riproduzione non è solo legata al ciclo ovarico delle femmine, ma anche a una stagionalità che nell’uomo sembra perduta. 

«Sebbene gli esseri umani moderni nel mondo industrializzato sembrino in generale avere poca stagionalità riproduttiva residua, le relazioni tra melatonina e riproduzione umana continuano ad attirare un’attenzione scientifica diffusa» [3]. 

Non occorre più evitare di partorire in inverno per la sopravvivenza dei piccoli. Eppure è noto che lo stress incide sul sistema riproduttivo alterando il ciclo mestruale nelle donne e influendo sulla fertilità maschile.

Si pone quindi la necessità di mantenere un ritmo che segua un corso di natura per assicurarsi la regolarità mestruale e la produttività degli spermatozoi.

Tale necessità è cogente non solo per chi ha desiderio di maternità, ma perché la mancanza di regolarità può portare a problematiche che colpiscono vari organi dalle ossa all’intestino. 

La lezione “Melatonina e riproduzione” è pensata per rieducare alla ciclicità, utilizzando tecniche particolarmente utili per la salute dei cicli riproduttivi, come il ciclo mestruale delle donne. 

I cicli della natura
Anuloma-viloma lavora sui cicli del corpo, regola la ciclcità dell’organismo e quindi anche l’adattamento ai ritmi circadiani

La pratica yoga in generale si è dimostrata utile nella regolazione dell’epifisi come dimostra una ricerca clinica condotta in India nel 2004: «le pratiche yogiche possono essere utilizzate come stimoli psicofisiologici per aumentare la secrezione endogena di melatonina, che, a sua volta, potrebbe essere responsabile di un migliore senso di benessere» [4]. 

_____________________

  1. Bill Bryson, Breve Storia del Corpo Umano, Guanda Editore, 2019.
  2. https://www.cure-naturali.it/articoli/salute/benessere/ghiandola-pineale-cos-e-e-come-funziona.html.
  3. https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fendo.2020.00085/full .
  4. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15165407/ .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: